Spread the love
Please follow and like us:

“Nel segno della Croce- Dieci secoli di arte cristiana da Mastro Guglielmo a oggi”, è questo il titolo dell’evento che si terrà a Sarzana dal 30 marzo al 5 maggio Più che una mostra l’iniziativa si configura come un itinerario cittadino che, partendo dal museo diocesano, si snoda attraverso le opere conservate nelle chiese del centro storico, seguendo l’evoluzione dell’immagine di Gesù sulla croce.
Un evento che, per la prima volta, pone con decisione l’accento sull’impronta religiosa che percorre la storia della nostra città, anche attraverso l’arte.

“Sarzana- spiega il sindaco e assessore alla cultura Cristina Ponzanelli- è città storica e cristiana, che vanta un patrimonio culturale e religioso di inestimabile valore. Da tempo abbiamo scelto di valorizzarlo facendo della nostra città, attraversata dalla Via Francigena, uno dei percorsi devozionali più antichi e più noti del nostro Paese. Investire nella promozione del nostro patrimonio storico e religioso significa investire nell’identità di una città che merita di essere conosciuta in Italia e all’estero”.
Organizzato dal Comune di Sarzana, dalla Confraternita di Santa Croce, dalla Diocesi di La Spezia-Sarzana-Brugnato, con il supporto logistico del Museo Diocesano, il “percorso delle Croci” pone all’attenzione del visitatore il tema della Crocifissione di Gesù, uno dei soggetti cardine per l’evoluzione di tutta l’arte cristiana dal V secolo ad oggi.
Un percorso pensato in occasione del tempo pasquale rivolto non solo ai fedeli ma anche a tutti gli appassionati d’arte.
Nuovo l’allestimento all’interno del museo diocesano per mettere in risalto pezzi che normalmente sono collocati diversamente. In evidenza un’opera arrivata direttamente dalla Germania dello scultore tedesco Dirk Wilhelm, autore della croce in marmo realizzata per Papa Francesco nel 2018: l’opera presente al museo è uno studio preparatorio dell’esemplare consegnato al Papa, ed è realizzata in alabastro.Nell’itinerario avrà un posto particolare oltre al Museo Diocesano, anche la Cattedrale di Santa Maria, scrigno di straordinarie opere d’arte tra le quali la Croce di Mastro Guglielmo, la più antica crocifissione su tavola datata e firmata dall’autore. Poi ci sarà anche l’oratorio di Santa Croce, luogo di devozione al “Volto Santo” dove sarà visitabile la personale del pittore Paolino Rangoni sul tema della Passione e Crocifissione di Gesù (13 aprile-5 maggio). Al percorso sulle croci si aggiungono altre due tappe: la chiesa di Sant’Andrea e la chiesa di San Francesco. Il dettaglio del programma prevede anche alcuni eventi collaterali:sabato 6 aprile- museo diocesano ore 17: immagini e musica nel segno della Croce: percorso guidato alla lettura delle opere d’arte e all’ascolto di brani di musica sacra sul tema della Crocifissione e Passione di Gesù, a cura di Alessandra Montali (Cappella Musicale Maberini) e Barbara Sisti (Museo Diocesano Sarzana)
sabato 27 aprile e sabato 4 maggio itinerari guidati sul tema della Croce dal Museo alla Città.